Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Carta d’identità elettronica – CIE

Dal 16 ottobre 2020 è possibile richiedere solo il rilascio della carta d’identità elettronica (CIE – formato tessera plastificata), emessa dal Ministero dell’Interno e prodotta dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

La carta d’identità è un documento di identificazione personale che attesta l’identità del cittadino. E’ un documento di viaggio che permette di circolare nell’Unione Europea, in alcuni Stati aderenti all’accordo di Schengen (ad es. Islanda, Norvegia e Svizzera) e in altri Stati con cui sono stati raggiunti accordi bilaterali (vedasi le singole “schede Paese” sul sito www.viaggiaresicuri.it), riporta il codice fiscale del titolare e consente di accedere ai servizi online delle Pubbliche Amministrazioni italiane.

La stampa della CIE è centralizzata in Italia. La spedizione viene effettuata direttamente dall’Istituto Poligrafico della Zecca dello Stato di Roma all’indirizzo estero indicato dal richiedente.

La carta d’identità elettronica potrà essere richiesta solo su appuntamento.

 

REQUISITI OBBLIGATORI PER PRENDERE APPUNTAMENTO PER PERFEZIONARE LA RICHIESTA DI CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA

Potranno prendere appuntamento per perfezionare la richiesta di carta di identità elettronica solamente i cittadini italiani:

  • regolarmente residenti nella circoscrizione consolare del Consolato di Ginevra (Ginevra, Vaud, Vallese), i cui dati anagrafici e di stato civile siano aggiornati e già presenti nel registro A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) del Ministero dell’Interno;
  • in caso di cittadini italiani nati all’estero, è indispensabile che il relativo atto di nascita risulti già trascritto nei registri di Stato Civile del Comune di riferimento, in quanto gli estremi della trascrizione devono essere riportati nella carta d’identità elettronica. In caso contrario si prega di prendere contatto con l’Ufficio Stato Civile di questo Consolato all indirizzo di posta elettronica seguente: statocivile.ginevra@esteri.it

ATTENZIONE: Chi non è ancora registrato all’A.I.R.E. o intende variare il proprio indirizzo di residenza dovrà prima regolarizzare la propria iscrizione anagrafica, di preferenza tramite il portale Fast-it ed attendere conferma dal Comune italiano competente dell’avvenuta iscrizione o variazione del proprio indirizzo di residenza prima di poter domandare un appuntamento col servizio Carte di Identità.

 

Si ricorda che per i cittadini non iscritti all’A.I.R.E., la competenza al rilascio della carta d’identità rimane al Comune di residenza.

A partire dal primo maggio 2024, gli appuntamenti per carte d’identità di cittadini italiani non iscritti all’AIRE verranno cancellati d’ufficio. La cancellazione non verrà effettuata per gli appuntamenti dei cittadini italiani la cui richiesta di iscrizione AIRE sia pendente sulla piattaforma online FAST-IT o sia già stata ricevuta tramite posta da questo Consolato Generale

 

MODALITÀ DI RICHIESTA DELLA CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA

È possibile prenotare un appuntamento per le carte di identità esclusivamente on-line utilizzando la piattaforma Prenot@mi.

 

Si segnala che il Consolato Generale si riserva di dare priorità negli appuntamenti ai cittadini italiani che non sono in possesso di alcun altro documento d’identità o il cui documento d’identità scade nei prossimi 6 mesi.

 

Canali ad hoc per le categorie protette: per i nati prima del 1945, le donne in stato di gravidanza e i portatori di disabilità, è prevista la possibilità di prenotare un appuntamento inviando un SMS o Whatsapp al numero 079 945 5487, indicando Cognome (per le donne cognome da nubile), Nome, Data di nascita, Luogo di nascita e Indirizzo in Svizzera.

Qualora la carta di identità fosse per una persona interessata da una misura di tutela o curatela generale, si invita a consultare la sezione informativa sulle curatele: https://consginevra.esteri.it/it/servizi-consolari-e-visti/servizi-per-il-cittadino-italiano/altri-servizi/minisito-passaporti/scheda-informativa-curatele

 

COME SI PRENDE UN APPUNTAMENTO SULLA piattaforma Prenot@mi

Se si è un nuovo utente del servizio Prenot@mi si dovrà procedere alla registrazione sul portale cliccando su “Registrati”. Una volta completata la registrazione si dovrà rientrare sul sistema di prenotazione e, inserendo le credenziali di accesso (username e password), si potrà accedere alla pagina dei servizi offerti. “Registrazione nuovo utente”. Una volta completata la registrazione si dovrà rientrare sul sistema di prenotazione e, inserendo le credenziali di accesso (username e password), si potrà accedere alla pagina dei servizi offerti.

Se si è un utente già registrato sulla piattaforma Prenot@mi e in fase di registrazione ci si è associati a questo Consolato, bisognerà immettere le credenziali di accesso sotto la sezione “Accedi”.

Se si è un utente già registrato sulla piattaforma Prenot@mi, ma in fase di registrazione ci si è associati ad un altro Consolato, si dovrà prima di tutto effettuare il cambio sede accedendo a Prenot@mi e, selezionando l’apposito comando “cambia sede”, selezionare il Consolato di Ginevra. A quel punto si dovrà accedere al Prenot@mi cliccando sulla casella “Login utente già registrato” ed immettere le solite credenziali di accesso si potrà quindi accedere alla pagina dei servizi offerti dal Consolato di Ginevra.

Accedendo alla pagina dei servizi attivati, si potrà selezionare il servizio di interesse e compilare la pagina inserendo i dati della persona che deve ottenere il documento. Occorre fare attenzione che il Prenot@mi associa l’appuntamento al titolare dell’account;

Se si è al primo documento, nei campi numero documento, data di scadenza e autorità di rilascio occorre mettere dei dati casuali e poi indicare nel campo note che è un primo documento.

A quel punto si potrà accedere al calendario degli appuntamenti e selezionare una data utile. Se si è dimenticata la password è possibile fare il “Recupera password” in autonomia, dalla pagina iniziale.

 

ATTENZIONE: nel caso in cui, a seguito delle verifiche, emergessero elementi che impedissero (temporaneamente o meno) di richiedere una carta di identità elettronica, il connazionale sarà contattato dalla Sede consolare per la cancellazione dell’appuntamento.

 

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE ALL’UFFICIO CONSOLARE IL GIORNO DELL’APPUNTAMENTO

All’appuntamento il cittadino dovrà presentarsi personalmente (anche se minorenne, accompagnato dal/dai genitori) con i seguenti documenti:

  1. Una fototessera recente, dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto e le cui caratteristiche sono dettate dai criteri ICAO;
  2. Vecchia carta di identità (salvo prima emissione) e una sua fotocopia;
  3. Documento di riconoscimento in corso di validità ai sensi del D.P.R. 445/2000 (passaporto, carta d’identità, ecc.) e una sua fotocopia; Se non si è in possesso di nessun documento che permette l’identificazione, il richiedente dovrà presentarsi accompagnato da due testimoni muniti di documenti di riconoscimento in corso di validità e non potranno essere né parenti né affini. Se il richiedente è un minorenne e non è in possesso di alcun documento o se le sembianze sono cambiate al punto di non poterlo identificare da alcun precedente documento di riconoscimento, il minorenne dovrà essere accompagnato da entrambi i genitori. In caso di furto/smarrimento sarà necessaria la denuncia rilasciata alla Polizia nella quale siano indicati gli estremi del documento e se si tratti di smarrimento o furto.
  4. Permesso di soggiorno o carta di legittimazione e relativa fotocopia;
  5. Nel caso di richiedente minorenne, atto di assenso firmato dai genitori e accompagnato da fotocopia del documento di riconoscimento di entrambi i genitori, in corso di validità e in cui sia ben visibile la firma.

ATTENZIONE: Se uno dei due genitori non è cittadino dell’Unione Europea, la firma sull’atto di assenso va apposta personalmente in Consolato al momento dell’appuntamento oppure autenticata da notaio o presso il Comune svizzero di residenza.

  1. Documento recente comprovante la residenza nella circoscrizione consolare di competenza di questo Consolato Generale: alternativamente uno dei seguenti documenti:
    • permesso di soggiorno formato libretto (vecchio modello) recante l’indirizzo attuale
    • permesso di soggiorno formato carta di credito (nuovo modello) + utenza domestica (es. bolletta della luce, cassa malattia, ecc.)
    • carta di legittimazione, + utenza domestica (es. bolletta della luce, cassa malattia, ecc.)
    • certificato di domicilio (Attestation d’établissement);

Al momento dell’appuntamento l’operatore consolare effettuerà l’identificazione del richiedente, acquisirà la foto e, fatto salvo per i minori di 12 anni, le impronte digitali e la firma che saranno inviate in sicurezza a IPZS per la memorizzazione all’interno del microchip presente nella propria carta di identità elettronica.

 

PAGAMENTO e COSTO DELLA CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA

Il costo della CIE è indicato nella tabella delle tariffe consolari, aggiornata ogni trimestre e  consultabile nella nostra Pagina Tariffe Consolari. Nella tabella l’importo da pagare per la CIE è riportato in più righe distinte: per comodità riassumiamo l’importo totale e la modalità di pagamento nel documento sintetico “Informazioni per il pagamento” disponibile nella nostra pagina Pagamento e Costo CIE.

L’ importo è pagabile SOLAMENTE in Franchi Svizzeri (CHF) con carta di DEBITO o “carte bancaire” (Postfinance, VPay e Maestro).

I pagamenti in contanti e con carte di credito NON SONO ACCETTATI.

 

CONSEGNA DELLA CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA

Il giorno dell’appuntamento il connazionale si presenta presso il Consolato Generale per perfezionare la sua domanda di carta di identità elettronica, che dopo il perfezionamento della pratica, viene trasmessa dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato a mezzo posta raccomandata direttamente all’indirizzo di recapito dichiarato dal richiedente.

In caso di mancata consegna, l’ufficio postale può prevedere una giacenza per un periodo variabile da ufficio a ufficio. Al termine di tale periodo il plico verrà restituito al mittente, in Italia.

Dall’Italia il plico partirà con nuova lettera raccomandata verso il Consolato Generale di Ginevra. Una volta ricevuto sarà nostra cura contattare il richiedente per comunicare la modalità di consegna della carta di identità.

 

VALIDITÀ TEMPORALE DELLA CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA

La validità della carta d’identità varia a seconda all’età del titolare:

  • per i minori di 3 anni la carta vale 3 anni;
  • per i minori tra 3 e 18 anni la carta vale 5 anni;
  • per i maggiorenni la carta vale 10 anni.

 

FOTO PER LE CARTE DI IDENTITÀ

La carta di identità ha caratteristiche particolari ed esigenze molto rigide soprattutto per quanto riguarda la foto del titolare.

Le caratteristiche tecnico-qualitative che deve avere la foto per la carta di identità:

  • deve essere recente (non più vecchia di 6 mesi);
  • deve essere di grandezza 35×45 mm;
  • deve essere a colori;
  • deve avere uno sfondo bianco e con luce uniforme;
  • non deve avere riflessi di flash sul viso e soprattutto non gli occhi rossi;
  • deve mostrare la persona da sola, senza altri oggetti o persone sullo sfondo;
  • la persona fotografata deve avere un’espressione neutra e tenere la bocca chiusa;
  • gli occhi debbono essere aperti e ben visibili;
  • il viso deve essere ben centrato nella macchina e quindi non di profilo;
  • il viso deve coprire il 70-80% della foto dalla base del mento alla fronte;
  • la messa a fuoco deve essere nitida;
  • deve essere fatta guardando direttamente la macchina;
  • deve essere stampata su carta di alta qualità e ad alta definizione;

 

Per coloro che fanno la foto con gli OCCHIALI DA VISTA:

  • la foto deve mostrare chiaramente gli occhi e non deve avere riflessi del flash sulle lenti (inclinare leggermente il capo);
  • gli occhiali da vista non devono essere “da sole” (lenti non colorate);
  • la montatura degli occhiali NON deve coprire nessuna parte degli occhi.

Le foto fatte con un copricapo sono accettate solamente se giustificate da motivi religiosi; in tal caso si devono chiaramente vedere i contorni del viso, dalla base del mento alla fronte insieme ad entrambi i lati del viso.

 

RESTITUZIONE CARTE DI IDENTITÀ RINVENUTE ALL’ESTERO E RESTITUITE AGLI UFFICI CONSOLARI ITALIANI

Le carte d’identità rubate o smarrite all’estero, se ritrovate, vengono di regola restituite dalle autorità locali agli Uffici Consolari della circoscrizione dove è avvenuto il rinvenimento.

Se il documento ritrovato appartiene ad un cittadino italiano registrato nel nostro schedario consolare, sarà cura di questo Consolato avvisare l’interessato. Tuttavia, il suddetto documento potrebbe non essere più valido a seguito della denuncia di furto/smarrimento presso la polizia.

Si invitano coloro che abbiamo perso/smarrito la carta di identità e che non abbiano ancora presentato denuncia presso la polizia locale a rivolgersi a questo Ufficio all’indirizzo mail ci_congine@esteri.it per verificare se il documento è stato qui restituito.

A richiesta dell’interessato il documento rinvenuto potrà essere restituito per posta a spese del destinatario.

Si ricorda che trascorso il periodo massimo di un anno di giacenza presso l’Ufficio consolare senza che i documenti siano stati reclamati dai legittimi proprietari, si procederà alla loro distruzione senza ulteriori comunicazioni. Il termine di un anno decorre dalla data in cui le Autorità locali restituiscono le carte di identità rubate o smarrite.