Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Rimpatri

 

Rimpatri

 

RIMPATRIO DEFINITIVO

 

Il cittadino che ha deciso di rimpatriare definitivamente, e che sia residente all’estero da almeno 12 mesi continuativi, ha diritto di trasferire in Italia tutte le sue cose personali: mobilio autovettura ecc. in completa esenzione doganale, bisognerà però seguire alcuni disposizioni riportate qui di seguito:

DOCUMENTI DA PRODURRE IN CONSOLATO PER IL RIMPATRIO DEFINITIVO

ATTENZIONE !

Concordare la data della partenza con il camionista, in quanto il camion con le masserizie potrà ENTRARE in Italia solo a partire dalla data dichiarata all’Office Cantonal de la Population come ultimo giorno di residenza. Il camion che parte prima di quella data verrà bloccato alla dogana italiana.

Il rientro delle masserizie deve avvenire entro sei mesi dalla data dichiarata come ultimo giorno di residenza in Svizzera.
SI HA DIRITTO ALL’ESENZIONE DOGANALE SOLO SE SI E’ RESIDENTI ALL’ESTERO DA ALMENO 12 MESI CONTINUATIVI.

Successivamente:

1. Consegnare all’Office Cantonal de la Population il Permesso di soggiorno e richiedere una ATTESTATION DE DEPART nella quale dovranno risultare la data di entrata e di partenza dalla Svizzera ed il nome di tutte le persone che rimpatrianoappartenenti allo stesso nucleo familiare –. ATTENZIONE: in Consolato si deve portare l’ORIGINALE!

2. compilare la dichiarazione di rimpatrio;

3. Compilare gli stampati F1, F2, (F3, solo se si é in possesso di opere d’arte) e la dichiarazione di rimpatrio di cui sopra, indicando
sempre il Comune e l’indirizzo in Italia:

F1 : elencare i mobili e le masserizie da portare in Italia, in 4 copie non firmate;

F2 : compilare con i dati personali, in 2 copie non firmate;

F3 : compilare (solo se si possiedono opere d’arte) in ogni sua parte, in 2 copie non firmate.

3. AUTOVETTURA e MOTOCICLO

Nel caso in cui si porti in Italia l’autovettura o il motociclo è necessario presentarsi in Consolato con il Permesso di circolazione originale: Per i Cantoni di GINEVRA e VAUD il libretto deve essere legalizzato e firmato dal Funzionario del “Service des Automobiles”. Per il Cantone del VALLESE, invece, va richiesta unicamente l’APOSTILLE alla Cancelleria di Stato del Cantone Vallese.
Si ha diritto all’esenzione doganale solo se si possiede l’auto da almeno 6 mesi e la residenza all’estero da almeno un anno.

Una volta in Italia è necessario immatricolare il veicolo con la seguente documentazione, da richiedere alla casa costruttrice o all’importatore italiano quale rappresentante della casa costruttrice:

• per la scheda delle caratteristiche tecniche e dichiarazione di conformità alle direttive comunitarie del 1993 rivolgersi all’Ufficio Motorizzazione in Italia.

TUTTI QUESTI DOCUMENTI (OLTRE AL DOCUMENTO DI IDENTITA') DOVRANNO ESSERE PORTATI IN CONSOLATO DALL’INTERESSATO, ALL’UFFICIO STATO CIVILE CHE RICEVE SENZA APPUNTAMENTO, ALMENO UNA SETTIMANA PRIMA DELLA PARTENZA E FIRMATI ALLA PRESENZA DEL FUNZIONARIO COMPETENTE.

ASSICURARSI CHE I DOCUMENTI SCOLASTICI DEI FIGLI SIANO IN ORDINE.

ORARIO DI APERTURA DELL’UFFICIO STATO CIVILE CHE RICEVE SENZA APPUNTAMENTO

lunedi - mercoledi – venerdi      09.00-12.30

martedi – giovedi                     14.00-17.00

 

 





19